RSA San Domenico

La diamagnetoterapia utilizza un dispositivo capace di generare campi magnetici, ad alta intensità, iperpulsati, che esercitano una forza repulsiva sui liquidi biologici, intracellulari ed extracellulari.
I tessuti biologici sono costituiti per circa il 70 % da acqua che ha proprietà diamagnetiche. La forza di repulsione esercitata sui liquidi contenuti nei tessuti, rappresenta il principale meccanismo d’azione della diamagnetoterapia da cui scaturiscono numerosi effetti biologici:

  • movimentazione dei liquidi;
  • biostimolazione;
  • pain control;
  • veicolazione all’interno dei tessuti di molecole farmacologiche attraverso la cute.

È possibile utilizzare contemporaneamente una opzione aggiuntiva che è la diatermia che potenzia l’azione sullo spostamento dei liquidi attraverso la vasodilatazione.

Indicazioni
La diamagnetoterapia trova indicazioni in numerose affezioni in diversi campi della medicina:

  • fisiatria e riabilitazione, ortopedia e traumatologia, medicina dello sport (pubalgie, tendiniti, contratture e strappi muscolari, distorsioni e contusioni ecc);
  • dermatologia e medicina estetica (accelera i processi rigenerativi nelle lesioni della cute, piaghe e ulcere);
  • flebologia e angiologia (edemi linfatici e traumatici).

Controindicazioni

  • importanti comorbidità (scompenso cardiaco, neoplasie ecc.);
  • presenza di pace-maker;
  • portatori di componenti metalliche incompatibili;
  • epilessia e malattie psichiatriche.